A Predappio la Notte Europea dei Ricercatori, con visite e musica nei tunnel della Caproni

Giovedì 28 Settembre 2017 - Predappio
Una visita alle Gallerie Caproni

Domani, venerdì 29 settembre, dalle ore 19.00 alle 23.00, visite guidate di gruppo, incontri con i ricercatori e musica dal vivo nelle gallerie del laboratorio CICLoPE

La 2a edizione della Notte Europea dei Ricercatori, nata dalla volontà della Commissione Europea di avvicinare il pubblico alla ricerca in un contesto informale, va in scena a Predappio domani, 29 settembre. All'evento “Una Notte alla Ricerca della Certezza. Dialoghi, Laboratori, Visioni, Linguaggi”, partecipano tutti i campus dell’Ateneo: Bologna, Ravenna, Cesena e Forlì. La serata prevede un aperitivo scientifico e visite guidate nel laboratorio CICLoPE (Centre for International Cooperation in Long Pipe Experiments). 

 

IL LABORATORIO

 

Il laboratorio è realizzato all'interno del tunnel delle ex Industrie Caproni poste lungo la Strada Provinciale 47, oggi utilizzato per ricerche avanzate dell'Alma Mater.

 

IL PROGRAMMA

 

L'appuntamento si tiene nelle Gallerie Caproni di Predappio: il programma della serata si apre alle ore 19.00 (con replica alle 21.00) con una visita guidata del laboratorio accompagnati dal prof. Alessandro Talamelli, docente di Aerodinamica dell'Università di Bologna e direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale sull'Aeronautica. Alle 20.00 docenti del corso in Ingegneria Aerospaziale si alterneranno descrivendo le loro attività di ricerca e i moderni progressi nel campo delle missioni spaziali, in quello del volo senza pilota e in quello delle tecnologie e dei materiali aerospaziali. Alle ore 22.00 il prof. Giulietti, assieme il suo gruppo jazz “Tango Quatro”, concluderà la serata con un suggestivo concerto all’interno del tunnel.

 

L’iniziativa si avvale della collaborazione del “Panificio Bassini Camillo”, l’associazione “Terre di Predappio”, che promuove il Sangiovese della zona, il ristorante “La Vecia Cantena de la Pre”, il ristorante “La Locanda dell’Appennino” e l’azienda agricola “La Pandolfa”.

 

L'ingresso è libero.