A Ravenna è tutto pronto per “GiovinBacco in Piazza”. In alto i calici dal 27 al 29 ottobre

Mercoledì 25 Ottobre 2017

Mancano pochi giorni, anzi poche ore a “GiovinBacco in Piazza”, la più grande manifestazione enologica della Romagna, che nel 2017 giunge alla XV edizione e per il terzo anno consecutivo conquista il cuore di Ravenna, dopo il grande successo delle ultime edizioni. Il 27, 28 e 29 ottobre il centro della città per tre giorni diventa teatro del buon vino e del buon cibo di Romagna. Il taglio del nastro è previsto per venerdì 27 ottobre alle 17.00 in Piazza del Popolo con il Sindaco e la banda.

In PIAZZA DEL POPOLO il pubblico può assaggiare quest'anno i vini romagnoli - Sangiovese, Albana, Pagadebit, Burson e tanti altri vini locali - a scelta delle 50 diverse cantine presenti. Inoltre, MTV Emilia-Romagna Movimento del Turismo del Vino propone nella sua postazione una buona selezione di vini dei suoi associati. Piazza del Popolo ospita poi il banco di vendita del vino per beneficienza gestito grazie al service del Lions Club Ravenna Bisanzio.

In PIAZZA KENNEDY trovano posto importanti vini italiani per il pubblico, grandi vini premiati con la chiocciolina di Slow Food dalla Guida Slow Wine: ovvero tante etichette italiane di alta e media gamma segnalate per la qualità o per il miglior rapporto qualità/prezzo. Inoltre nello stand del vino italiano ci sono tanti vini del bere quotidiano segnalati da Slow Food e Slow Wine, vini per tutte le tasche e per tutte le tavole, eccellenti, ma con un prezzo al pubblico che non supera i 10 euro in enoteca. In totale sono 27 le etichette italiane in degustazione. Piazza Kennedy ospita anche gli stand di Slow Food e dell’Associazione Il Lavoro dei Contadini con prodotti, incontri, laboratori e degustazioni. L’Associazione Il Lavoro dei Contadini propone prodotti agricoli, artigianato artistico e piatti cucinati al momento. Slow Food propone una selezione di grandi formaggi legati al tema della pastorizia e della transumanza. E poi libri, informazioni e incontri sul movimento e sul cibo oltre ai famosi Presìdi Slow Food. La grande piazza è dedicata anche al cibo di strada proposto da ristoranti romagnoli e dall’Alleanza Slow Food dei Cuochi con la presenza di: Osteria del Gran Fritto, Osteria La Campanara, I Passatelli 1962 Osteria del Mariani, Osteria dei Frati, Ristorante Casa Spadoni, Ristorante Amarissimo, Ristorante Marè, Vecchia Canala Bistrot, Molino Benini con la pizza de Il Cerchio è Tratto. Sulla piazza anche i chioschi di due birrifici artigianali.

In PIAZZA XX SETTEMBRE sono allestiti i chioschi con la piadina di Romagna, con il bartolaccio delle nostre colline di Tredozio e con il burlengo e la crescentina dell’Emilia di Pavullo nel Frignano, oltre alle birre artigianali di due birrifici ravennati.

Anche quest’anno sabato 28 e domenica 29 ottobre GiovinBacco è affiancato da MADRA, il Mercato Agricolo Domenicale di Ravenna, che per l’occasione si tiene per due giorni. Il mercato agricolo di MADRA e dei produttori agricoli e artigiani di GiovinBacco si tiene nelle vie Mario Gordini e Corrado Ricci (dalle 10 alle 20). Sono 34 le bancarelle presenti con salumi, formaggi, olio, miele, pane, biscotti, frutta, verdura, confetture e tanto altro.

Un EVENTO SPECIALE DEDICATO A SECONDO CASADEI è in programma sabato 28 ottobre alle ore 18.30 in Piazza Unità d'Italia con lo spettacolo teatrale di Giorgio Comaschi “Secondo lui, l’Amore ai tempi del valzer” che racconta la storia di Secondo Casadei e il mondo delle balere. Protagonisti lo stesso Giorgio Comaschi e Giuliano Ciabatta. Nell’occasione, presentazione in anteprima della canzone ri-arrangiata per GiovinBacco Romagna e Sangiovese di Casadei Sonora e ballo in piazza. Seguirà l’esibizione di Christian Ravaglioli con la sua fisarmonica per la presentazione del disco “Il Respiro della mia gente” (Casadei Sonora).

A GiovinBacco in Piazza 2017 l’ingresso è libero. Per gli assaggi di vino sono a disposizione carnet di tagliandi per le degustazioni, che si acquistano in Piazza del Popolo e in Piazza Kennedy. I carnet sono da 4, 6 e 10 degustazioni. Il costo dei carnet è popolare, va da un minimo di 8 a un massimo di 15 euro con il calice, e da un minimo di 6 a un massimo di 13 euro senza calice. Ai soci Slow Food, AIS, AIES, Onav, Romagna Visit Card, Coop Alleanza 3.0 e ai possessori dei tagliandi “Il Piatto GiovinBacco” è riservato 1 tagliando degustazione gratuito per ogni acquisto di un carnet da 4 consumazioni; 2 tagliandi gratuiti per ogni acquisto di carnet da 6 e 10 consumazioni. A GiovinBacco è vietata la degustazione del vino per i minori di 18 anni. I biglietti per l’assaggio del cibo di strada si acquistano presso i singoli stand o i chioschi e gli acquisti alle bancarelle del mercato agricolo e artigianale si fanno direttamente al banco vendita. Anche quest’anno c’è la possibilità di pagare con l’app di Satispay, oppure con bancomat e carta di credito.

Per chi vuole associare i piaceri del vino e della tavola al piacere della cultura è stato studiato il Carnet Cultura che prevede per chi acquista a GiovinBacco sconti o agevolazioni al MAR per RavennaMosaico 2017, al Museo TAMO e alla Cripta Rasponi, agli spettacoli della Trilogia d’Autunno del Ravenna Festival e alle proiezioni del Ravenna Nightmare Film Fest.

 

Organizzazione a cura di Slow Food e Tuttifrutti Ravenna, con il patrocinio e la compartecipazione del Comune di Ravenna.

INFO: 339.4703606 / www.giovinbacco.it / facebook.com/giovinbacco