A Santa Sofia tanta gente con la CGIL per l'integrazione e la città solidale

Venerdì 7 Luglio 2017 - Forlì, Santa Sofia
Un momento della festa della CGIL a Santa Sofia

Ancora una volta è stato un successo l'iniziativa, organizzata ieri sera (6 luglio) dalla Camera del Lavoro CGIL di Forlì a Santa Sofia, dal titolo “Culture in festa accoglienza ed integrazione per una società solidale”. Alle 19 e 30 si è aperto lo stand gastronomico per gustare piatti tipici di quindici nazionalità di tutto il mondo con la presenza di profughi e richiedenti asilo ospitati nei Comuni dell’Alto Bidente. 

 

Diverse centinaia di lavoratrici, lavoratori, giovani, pensionati, cittadini del mondo si sono mescolati in un clima gioioso e conviviale dimostrando che il mondo a colori è più bello e possibile.

 

La serata è proseguita con i saluti di Milad Basir, Coordinatore politiche immigrazione, Daniele Valbonesi, Sindaco di Santa Sofia, Paride Amanti, Segretario Generale CGIL Forlì, Fiorella Prodi, della Segreteria CGIL Emilia Romagna e le musiche dal vivo del gruppo “Senso Doppio”.

 

«Ancora una volta - scrive in una nota la CGIL forlivese -  è emerso con forza che un popolo che ha una forte identità, è capace di aprirsi ad altre culture in un processo d’integrazione. Vogliamo, dobbiamo assieme creare un’alleanza partendo dalla democrazia, dalla partecipazione, dalla diversità intesa come valore avendo alla base regole comuni e condivise. Si ringrazia - conclude la CGIL - i tanti che hanno partecipato e contribuito attivamente alla riuscita della serata».