Aeroporto di Forlì, la Cna provinciale entra nella compagine societaria

Mercoledì 18 Ottobre 2017
Lorenzo Zanotti, presidente di CNA Forlì-Cesena

Il presidente Zanotti: "Una scelta motivata dalla volontà di rappresentare le piccole medie imprese del nostro territorio, per renderle più globali e facilitare la strada dell’export"

La CNA di Forlì-Cesena, unica associazione di imprese del territorio, entra nella compagine sociale della cordata che punta a rilanciare l’aeroporto di Forlì. “Come CNA ci riconosciamo in una iniziativa che parte dal territorio, portata avanti soprattutto da imprenditori locali. Con la nostra presenza vogliamo dare un’opportunità agli oltre 10.700 imprenditrici e imprenditori che aderiscono a CNA nella nostra provincia", afferma Lorenzo Zanotti, presidente di CNA Forlì-Cesena. 

"Questo per noi è il senso di fare associazionismo oggi: insieme si può arrivare dove non è possibile alla singola impresa - aggiunge Zanotti -. L’aeroporto è un asset strategico, può dare opportunità di lavoro alle imprese, pensiamo in particolare ai comparti del trasporto (sia persone che merci), dell’agroalimentare oltre che naturalmente del turismo. Un’occasione che ci sembra particolarmente importante in un momento in cui l’export è spesso una scelta strategica vincente. Notevole anche l’indotto in termini di beni e servizi che si creerà, si possono stimare investimenti in infrastrutture per circa una decina di milioni di euro, non solo a Forlì ma nell’intera provincia. Il coinvolgimento delle nostre imprese, che ricordiamo sono quelle radicate nel territorio e che non delocalizzano, darà valore al progetto in termini di servizi flessibili e di qualità. In conclusione, CNA valuta con estrema attenzione e sostiene tutti quei progetti che possono creare sviluppo e valore al territorio e sicuramente l’aeroporto è uno di questi”.

“L’aeroporto di Forlì è una risorsa non solo per la nostra provincia – continua il direttore generale di CNA Forlì-Cesena, Franco Napolitano – ma per tutto il sistema Romagna, un bacino importante sia dal punto di vista dell’estensione territoriale sia dei possibili fruitori. È un progetto strategico perché l’obiettivo è quello di farlo diventare un’infrastruttura che si connette strettamente con le altre presenti sul territorio, pensiamo al porto di Ravenna o all’interporto di Cesena. Siamo in una posizione baricentrica, il perfetto anello di congiunzione tra la costa e l’entroterra, e potremmo attirare traffico anche dalle regioni confinanti. Questo vale in modo particolare quando si tratta di turismo e marketing territoriale: non a caso si chiamerà ‘aeroporto della Romagna’, richiamando anche il potenziale della ‘destinazione Romagna' Come CNA vogliamo contribuire ad accorciare le distanze fra le imprese locali e le regioni europee, renderle così più globali le nostre eccellenze. Rappresentiamo imprese di dimensioni medio-piccole, ma va detto che al giorno d’oggi la dimensione non sempre conta. Ci sono imprese piccole, ma di grande valore dal punto di vista ad esempio dell’’innovazione tecnologica, per le quali può essere determinante avere un “ponte” verso altre aree e opportunità”.

 

Il sistema CNA Forlì-Cesena unisce 10.728 imprenditrici e imprenditori, una rappresentanza trasversale di piccole medie imprese che operano in oltre 360 settori merceologici diversi, spaziando dai più tradizionali a quelli altamente innovativi.