Aggredisce in casa la moglie di notte e la colpisce con un martello: 42enne polacco arrestato

Sabato 17 Marzo 2018 - Forlì
Il martello con cui il 42enne polacco ha colpito in testa la moglie

La donna ha subito un trauma cranico guaribile in 15 giorni. Per lui accuse di tentato omicidio, omissione di soccorso e maltrattamenti in famiglia.

Un polacco di 42 anni è stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile della Polizia di Stato di Forlì, con le accuse di tentato omicidio, omissione di soccorso e maltrattamenti in famiglia.



Bersaglio delle violenze dell'uomo, come riferisce l'Ansa, è stata la moglie di 48 anni anche lei polacca e residente a Forlì col marito e con il figlio 12enne. Il 42enne ha aggredito la donna per l'ennesima volta alcuni giorni fa intorno alle 4.30 del mattino scatenando la sua violenza impugnando un pesante martello fino a farle lasciare notevoli tracce di sangue sul letto; il figlio, svegliato dalle urla della madre, è subito accorso nella stanza dei genitori, ma il padre gli ha impedito di chiamare il numero d'emergenza 118.

Dopo alcune ore il 42enne ha consentito alla moglie di avvertire un'amica in modo che l'accompagnasse al pronto soccorso dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano Forlì, dove i medici hanno trovato la donna con un trauma cranico giudicato guaribile in 15 giorni. Al pronto soccorso la donna ha riferito di avere già subìto in precedenza violenze domestiche per gelosia da parte del marito, al punto di segnalarlo alle forze dell'ordine. Sentita la 48enne, gli agenti della Squadra mobile si sono recati nell'appartamento della famiglia dove hanno visto il letto insanguinato e trovato il marito, che è finito in manette e condotto negli uffici della questura. Il martello usato dal polacco per percuotere la moglie è stato trovato in strada, nascosto tra sterpaglie e sporco di sangue.