Benini e Vergini (M5S): "Il Pd boccia l'istituzione del garante dei detenuti a Forlì"

Mercoledì 1 Novembre 2017

Il Movimento 5 Stelle di Forlì ha presentato una mozione in cui chiede che il Consiglio comunale si impegni a istituire la figura del garante per i detenuti nel carcere di Forlì. Di seguito il testo completo. 


Noi sottoscritti Consiglieri comunali per il Movimento 5 Stelle:

                                                               Premesso che ●

a Forlì è presente la “Casa circondariale”, ma non è presente un “garante” Comunale dei diritti delle persone private della libertà personale

                                                                Considerato che

● in quasi tutti i comuni che ospitano sul proprio territorio carceri o case circondariali, questa figura istituzionale comunale è presente

                                                                Preso atto che

 ● a seguito della visita ispettiva nella casa circondariale di Forlì dei nostri due portavoce, la Deputata Giulia Sarti ed il Consigliere Regionale Andrea Bertani, sono stati rilevati vari problemi sia strutturali (struttura fatiscente e con necessità di grandi opere di risanamento e ristrutturazione) che di risorse umane (mancanza di organico per attuare le politiche di “recupero” dei detenuti e favorire il loro reinserimento nella società, evitando che ritornino alla criminalità)

● ci sono pervenute numerose segnalazioni da vari genitori e parenti di detenuti, tali da farci ritenere giusto e necessario istituire anche a Forlì tale organo

                                                             CHIEDIAMO

che il Consiglio Comunale impegni il Sindaco e la Giunta ad istituire il “Garante dei diritti delle persone private della libertà personale​”, convocando apposita commissione consiliare per la discussione del regolamento comunale.
I Consiglieri Comunali del MoVimento 5 Stelle Forlì Simone Benini - Daniele Vergini