Calcio a 5 / Il Faventia si fa imporre il pari dal Santa Sofia nel test amichevole

Mercoledì 6 Settembre 2017 - Santa Sofia
Doppietta per Marco Cavina

Al PalaCattani finisce 4-4 contro la compagine forlivese, neopromossa in C1

Due squilli di Cavina consentono al Faventia di pareggiare contro Santa Sofia. 
Il pareggio è forse il risultato più giusto per quanto visto nell’amichevole serale tra Faventia e Santa Sofia. Al Palacattani i manfredi impattano 4-4 contro la compagine forlivese neopromossa in Serie C1, un test per certi versi positivo per capire lo stato di forma dei giocatori nel bel mezzo della preparazione precampionato e per consolidare l’intesa tra i nuovi arrivi del ricco mercato estivo faentino e i “vecchi” volti.


Lascia, invece, il tempo che trova il risultato, considerando che si tratta comunque di un match caratterizzato dalla solita girandola di sostituzioni e dai consueti “esperimenti” di carattere tattico.

Il Santa Sofia fin dai primi minuti concede pochi spazi e si porta doppiamente in vantaggio sfruttando le disattenzioni della difesa manfreda su cui il tecnico Massimiliano Castellani dovrà ancora lavorare molto. In attacco invece il Faventia sembra funzionare, gioco veloce, buona gamba e tanta qualità costituiscono certamente un buon punto da cui partire per la costruzione di una nuova identità. Degno di nota il laterale Marco Cavina che realizza due reti frutto di altrettante azioni corali ben orchestrate, un vero lusso in una squadra che spesso e volentieri macina numerose azioni individuali senza riuscire però a concludere cinicamente a rete, diversamente da quanto mostrato da Leoni e Chiarini del Santa Sofia.

Buona anche la prova dell’altro nuovo arrivato, Samuele Barbieri, autore di un gol e di numerose discese palla al piede. Nella vecchia guardia da segnalare Andrea Caria: il laterale mancino sa far girare palla anche da ultimo, segnando (2 gol nelle ultime due amichevoli) e dettando i tempi di gioco.

Il risultato può aspettare, il Santa Sofia è già pronto per l’inizio di stagione e lo ha dimostrato, i manfredi invece sono un cantiere aperto nel quale per ora le fondamenta gettate sono più che mai solide, ma grezze.