Cambio al vertice del Rotary Club Forlì: Mario Fedriga è il nuovo presidente

Sabato 1 Luglio 2017 - Dovadola, Forlì
La cerimonia dello scambio del collare

Martedì 4 luglio a Dovadola si terrà la presentazione della squadra e del programma

Il Grand Hotel Da Vinci a Cesenatico è stato il teatro, nella serata di martedì 27 giugno, del passaggio delle consegne dal vecchio presidente del Rotary Club Forlì, Fabio Fabbri, al nuovo Mario Fedriga, che guiderà il club di servizio per l'annata 2017/18, avvenuto davanti a soci, familiari, ospiti e autorità rotariane fra cui i past governor Giovanni Pagliarani e Paolo Pasini e l’assistente del Governatore, Aida Morelli. 


Durante la conviviale sono stati anche ricordati i vari service a livello locale e internazionale, fra cui il progetto “Polio Plus” per l’eradicazione della poliomielite nel mondo, e sono stati conferiti riconoscimenti rotariani, i “Paul Harris Fellow”, ai soci che si sono particolarmente distinti per il loro impegno. Il presidente uscente Fabbri, inoltre, ha consegnato a Bruno Greppi, che ha seguito l’organizzazione della “Run to End Polio Now”, una targa di riconoscimento giunta direttamente da Evanston, negli Stati Uniti, sede del Rotary International.

E, dopo il recente ingresso di Gaddo Camporesi, figlio di Gaio, è stato anche presentato il nuovo socio Davide Stefanelli, vicepresidente di VEM Sistemi. Ringraziamenti dal presidente internazionale, John Germ, sono giunti attraverso il presidente Fabbri al Club e al maestro Ido Erani per il ritratto di Paul Harris, fondatore del Rotary, realizzato in occasione del centesimo anniversario della Rotary Foundation.

Nel saluto di ingresso Fedriga, industrial design manager presso Technogym, ha ringraziato i soci per l’opportunità accordatagli e ha indicato i vari service da realizzare, fra cui il “Percorso Benessere” al parco “Paul Harris” dove verrà creato uno spazio ludico-motorio, dedicato al wellness, agli esercizi fisici e alla valorizzazione del contatto con la natura, che sarà accessibile ai giovani, ai disabili e agli infortunati. Continueranno, inoltre, l’impegno nelle scuole con il progetto “Insieme cantando”, l’orientamento al lavoro e, in collaborazione con l’Università, il Comune e la Caritas, i progetti di integrazione per le seconde generazioni di immigrati, oltre a quelli per il Liceo Musicale “A. Masini”, per gli scout in Tanzania e per le azioni di solidarietà nelle zone terremotate del Centro Italia.

Il Consiglio Direttivo 2017-2018 è composto, oltre che da Fedriga, da Rinaldo Biserni, vicepresidente, Giuseppe De Marinis, segretario, Franco Maria Guarini, tesoriere, Pierluigi Ranieri, prefetto, Alberto Zambianchi, Giovanna Ferrini e Alberto Minelli, con cui collaboreranno anche il presidente incoming, Claudio Cancellieri, e i past president Fabio Fabbri e Salvatore Ricca Rosellini, che di recente ha partecipato con la moglie Isa al Congresso internazionale ad Atlanta dove sono stati celebrati i cento anni della Fondazione Rotary.

Il Consiglio Direttivo e il programma saranno presentati martedì 4 luglio alle 20.30 durante la conviviale alla “Rosa Bianca” a Dovadola. «Lavoreremo insieme come squadra e non solo come gruppo - ha concluso il neo presidente Fedriga - nello spirito di servizio che contraddistingue il Rotary perché abbiamo obiettivi condivisi, regole e valori comuni, ruoli chiari per ciascuno. E quando ci chiedono che cosa siamo, rispondiamo con il motto del nuovo presidente internazionale, Ian H.S. Riseley, “Rotary: making a difference”. Il Rotary fa la differenza».

La moglie di Fedriga, Elena, dopo Francesca Gonni, guiderà il Gruppo consorti.