Cene e regali, agenti e dirigenti della Polstrada di San Piero in Bagno davanti al Gup a Forlì

Martedì 31 Ottobre 2017
Foto d'archivio

Udienza fissata al 17 gennaio. L'ex comandante, il suo vice e un altro sottufficiale indagati per corruzione (come alcuni autotrasportatori) e concussione

Compariranno il 17 gennaio 2018 davanti al Gup di Forlì, Monica Galassi, i dirigenti e gli agenti della sezione polstrada di San Piero in Bagno, sull'Appennino Cesenate, finita nell'occhio del ciclone nel settembre dell'anno scorso per un giro di presunte mazzette e regali (cene, prosciutti e denaro) che imprenditori dell'autotrasporto elargivano per 'far chiudere un occhio' alle pattuglie di controllo sull'E45 Cesena-Roma, come riporta l'agenzia Ansa. 

Secondo le indagini - coordinate dal pm di Forlì Lucia Spirito e condotte dalla polizia giudiziaria del compartimento Polstrada di Bologna - l'ex comandante, il suo vice e un altro sottufficiale avrebbero sollecitato e accettato regali (anche in denaro) da alcune imprese di autotrasporto. Per questo sono indagati per corruzione e concussione.

Insieme a loro compariranno davanti al Gup alcuni autotrasportatori, indagati per corruzione, e una ventina di agenti che dovranno rispondere di truffa ai danni dello Stato per essersi fatti pagare ore di straordinario senza averle effettuate e per abbandono di pubblico servizio.