Le novità in materia di "privacy" al seminario forlivese organizzato da Legacoop Romagna

Sabato 11 Marzo 2017 - Forlì

Le novità in materia di privacy - a partire dal decreto legislativo 196/2003 fino al regolamento europeo 2016/679 - sono state al centro del convegno organizzato venerdì 10 marzo a Forlì da Legacoop Romagna, in collaborazione con gli esperti di Rete Servizi Romagna

 

Notevole l’interesse per la materia, di costante attualità, come dimostrato dall’afflusso di cooperatori giunti da tutta l’area vasta e anche oltre.

 

«Legacoop Romagna sin dall’inizio fornisce assistenza ai propri associati in materia di Privacy, Ambiente e Sicurezza. Inoltre oggi, attraverso il progetto Rete Servizi Romagna, che vede uniti i tre centri servizi un tempo afferenti ai singoli distretti provinciali, può vantare una capacità in termini di consulenza tra le più avanzate del territorio», spiega il presidente di Legacoop Romagna, Guglielmo Russo.

 

I lavori sono stati aperti dal responsabile di Legacoop Romagna, Antonio Zampiga, che ha sottolineato la necessità di mantenere alta l’attenzione sul tema. «A fianco della continua evoluzione disciplina di riferimento, che prevederà l'obbligo entro poco più di un anno di allineamento delle normativa nazionale con il nuovo regolamento UE 2016/679, dobbiamo considerare anche l'evoluzione tecnologica e sociale che sottopone al giudizio del Garante nuovi aspetti in materia di trattamento dei dati». Un esempio? «Basta pensare alla gestione dei dispositivi elettronici di ultima generazione, come gli smartphone», dice Zampiga. Questi dispositivi possono essere utilizzati non solo come apparecchi telefonici, ma anche come dispositivi GPS per il tracciamento degli spostamenti. Capire cosa può essere fatto nel rispetto della normativa attuale, quali sono i diritti dei lavoratori o degli utenti e quali gli obblighi delle imprese diventa essenziale per evitare di andare incontro a sanzioni che possono essere in taluni casi, molto pesanti».

 

Federica Buzzi, dell’ufficio legale di Federcoop Nullo Baldini, è intervenuta sul trattamento dei dati nel rispetto dell’attuale Codice della privacy. La consulente Gloriamaria Paci ha illustrato quindi il nuovo regolamento comunitario e gli adempimenti previsti dalla nuova normativa, in particolare in materia di Data Protection Officer, registro dei trattamenti, analisi dei rischi e data breach.

 

Infine Giuseppe Giuliano, funzionario del Dipartimento attività ispettive e sanzioni del Garante per la protezione dei dati, ha tenuto la sua relazione sui poteri ispettivi della authority.