Le preziose tessere di RavennaMosaico al Mar, da Montezuma alle cannucce di Francesca Pasquali

Mercoledì 18 Ottobre 2017

IL VIDEO - Una mostra visivamente stupefacente e ricca di opere importanti per la storia dell'arte musiva del Novecento

“Montezuma, Fontana, Mirko. La scultura in mosaico dalle origini a oggi” è la grande mostra dell’autunno allestita al MAR di Ravenna, che stupisce per ricchezza e qualità delle opere esposte. La mostra del MAR è una delle tessere più preziose del corale racconto musivo di RavennaMosaico 2017, è curata da Alfonso Panzetta e Daniele Torcellini e rimarrà aperta al pubblico fino al 7 gennaio 2018. 

L’esposizione è visivamente magnifica, ricca di opere importanti e stupefacenti: non fa rimpiangere gli allestimenti di arti figurative del MAR nelle passate stagioni, malgrado il mosaico possa risultare un’espressione artistica più ostica per il grande pubblico.

La mostra illustra il rapporto tra la scultura e il mosaico e documenta l’evoluzione di questo linguaggio e le differenti declinazioni del concetto di “tessera” da parte degli scultori, a partire dagli anni Trenta del Novecento.

Negli anni Trenta, infatti, si avviano le ricerche plastiche in mosaico di Lucio Fontana e Mirko Basaldella sull’esempio dei “primitivi” mesoamericani, che aprono la strada a tutte le successive innovazioni del linguaggio musivo, con esiti sempre più sorprendenti, fino ai giorni nostri.

 

MONTEZUMA FONTANA MIRKO

MAR Ravenna / Via di Roma / Fino al 7 gennaio 2018 / Dal martedì alla domenica dalle 9 alle 18 / Chiuso il lunedì / www.mar.ra.it