Lesioni personali aggravate, arrestato un 15enne dai carabinieri di Sogliano al Rubicone

Martedì 22 Agosto 2017 - Borghi
Foto di repertorio

Il ragazzo, sottoposto alla misura cautelare del 'collocamento in comunità' alla “San Maurizio” di Masrola di Borghi, si è reso responsabile di episodi di violenza fisica su altri minori ospiti della struttura

I carabinieri della stazione di Sogliano al Rubicone, per lesioni personali aggravate e violazioni misure cautelari minorili, hanno tratto in arresto e quindi condotto nell’Istituto Penitenziario per i Minorenni di Bologna A.C., 15enne nato a Santo Domingo e residente a Modena, di fatto domiciliato nella Comunità “San Maurizio” di Masrola di Borghi, essendo sottoposto, dal 23 maggio scorso, alla misura cautelare del “collocamento in comunità”. 

Come informa una nota dell'Arma, il ragazzo è plurindagato per reati contro il patrimonio, contro la persona e contro l’amministrazione della giustizia (denunciato per la prima volta, all’età di poco più di quattordici anni, dalla Squadra Volanti di Modena per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, oltre che rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale).

Il provvedimento di arresto è stato adottato in esecuzione della disposizione di aggravamento della misura emessa il 16 agosto stesso dalla Corte d’Appello di Bologna – Sezione per i Minorenni, a seguito di informativa di reato redatta dai militari della Stazione di Sogliano al Rubicone, nella quale è stato circostanziato e contestato al 15enne un episodio di violenza fisica su altro minore ospite della stessa struttura, consumato il 9 agosto, che ha coinvolto anche addetti alla struttura (colpiti a loro volta, con contusioni varie procurate anche a loro). I carabinieri evidenziavano quindi le esigenze cautelari, in considerazione di altri tre episodi della medesima indole violenta commessi dal giovane durante la permanenza nella struttura terapeutica, e per i quali il Comando Stazione aveva già informato la competente Procura.