MotoGp / Andrea Dovizioso ci riprova: "In Australia non parto da favorito, ma lotteremo come sempre"

Mercoledì 18 Ottobre 2017 - Forlì, Forlimpopoli
Andrea Dovizioso, 31 anni, nel box Ducati: è secondo dietro Marquez a tre Gran Premi dalla fine

Con il successo in Giappone il forlivese della Ducati si è portato a -11 da Marquez: "Sicuramente questa è una delle piste preferite dallo spagnolo e la situazione sarà un po' più difficile per noi, ma lo scorso anno abbiamo fatto una bella gara e quindi dobbiamo cercare di lavorare nel miglior modo possibile"

"Mancano solo tre gare alla fine del campionato e può succedere di tutto: noi dobbiamo cercare di essere sempre veloci su tutte le piste e in tutte le condizioni. Sulla carta non siamo i favoriti per la vittoria in Australia ma lotteremo come sempre". Andrea Dovizioso arriva a Phillip Island carico dopo la vittoria in volata a Motegi, ma conscio che con la sua Desmosedici dovrà sudare contro Marc Marquez e l'Honda.

Prima del terzultimo atto del mondiale MotoGp, la situazione in classifica vede il 31enne forlivese in lotta per il titolo con lo spagnolo campione del mondo, che lo precede di soli 11 punti.
"Sicuramente Phillip Island è una delle piste preferite da Marquez - aggiunge il pilota della Ducati alla vigilia delle libere - e probabilmente la situazione sarà un po' più difficile per noi rispetto a Motegi, ma lo scorso anno abbiamo fatto una bella gara e quindi dobbiamo cercare di lavorare nel miglior modo possibile durante tutto il weekend". 

 

Cerca invece una riscossa il suo compagno di squadra, Jorge Lorenzo: "La gara di Motegi non è andata come ci aspettavamo, ma ora siamo già concentrati su Phillip Island - dice il maiorchino -. Quest'anno nei Gp dove avevamo più aspettative non siamo riusciti a fare belle gare e invece a volte, dove meno ce lo aspettavamo, siamo riusciti a migliorare molto. In Australia dovremo fare un passo avanti rispetto ai test invernali, ma siamo tornati qui molto più preparati e quindi dobbiamo continuare a dare il massimo per migliorare", ha concluso Lorenzo.