Motociclismo: Dovizioso vince il Gp della Malesia e resta in corsa per il Mondiale, la Ducati vola

Domenica 29 Ottobre 2017 - Forlimpopoli
Andrea Dovizioso cercherà un'altra vittoria tra due settimane

Il pilota di Forlimpopoli tallona a lungo il compagno di squadra Lorenzo e lo supera a pochi giri dalla fine. Lo spagnolo Marquez non va oltre il quarto posto. Sesto Petrucci davanti a Rossi, Iannone 17esimo

Sono 21 i punti che separano Andrea Dovizioso dal capoclassifica della MotoGp 2017 Marc Marquez, dopo il successo del pilota della Ducati sul circuito di Sepang in Malesia, disputatosi su pista bagnata. Il 31enne pilota romagnolo si mantiene nelle prime posizioni per gran parte della gara e supera a otto giri dalla bandiera a scacchi il compagno Jorge Lorenzo. Ottima gara del francese Zarco su Yamaha Tech-3, giunto terzo. A Marquez non basta il prudente quarto posto per assicurarsi il titolo momdiale

Con una grande condotta di gara e trascinato da un rinfrancato Jorge Lorenzo, Andrea Dovizioso vince il Gran premio della Malesia sul circuito internazionale di Sepang. La vittoria del 31enne pilota di Forlimpopoli, in sella alla Ducati ufficiale, impedisce a Marc Marquez (Honda) si laurearsi campione del mondo della MotoGp con una gara di anticipo: il quarto posto non consegna allo spagnolo i punti sufficienti a togliere l'ultima possibilità al romagnolo, che resta secondo a 21 lunghezze di distacco.

A questo punto, fra due settimane sul circuito di Valencia in Spagna, dove si consumerà l'ultimo atto della MotoGp 2017, il "Dovi" sarà costretto a vincere per diventare campione del mondo per la prima volta e dovrà sperare che Marquez conquisti meno di 5 punti.  Con la vittoria in Malesia, Dovizioso diventa il secondo pilota più vincente della Ducati, dopo l'australiano Casey Stoner.

Alle spalle di Dovizioso e Lorenzo si sono classificati nell'ordine Zarco (Yamaha Tech 3), Marquez (Honda), Pedrosa (Honda), Petrucci (Pramac Ducati), Rossi (Yamaha); solo 17esimo Iannone (Suzuki). Il francese Johann Zarco si è dimostrato ancora una volta un prossimo contendente per il titolo iridato: non ha conservato la prima posizione da cui era scattato al via per il degrado degli pneumatici su una pista inizialmente bagnata che è andata progressivamente asciugandosi.

Il ternano Danilo Petrucci (sesto) è stato autore di una rimonta straordinaria dopo essere dovuto partire dalla corsia dei box, quindi 21esimo ossia ultimo, per un problema elettrico alla sua Pramac Ducati. La corsa di Sepang ha confermato una volta di più le difficoltà della Yamaha ufficiale: Valentino Rossi ha lottato nelle fasi iniziali tenendo con i denti la settima piazza, così come il compagno di squadra Vinales.