Nuoto / Il Trofeo Riccione ha aperto la stagione, buon esordio per per gli atleti del GS Forlì

Martedì 24 Ottobre 2017 - Forlì
Il gruppo di giovani atleti del GS Forlì Nuoto – De Akker Team con i tecnici

Domenica 22 ottobre si è tenuto il 6° Trofeo Riccione, primo classico d’inizio stagione per ogni squadra di nuoto della regione e non solo. Erano presenti anche alcuni big, come gli olimpionici Federico Bocchia, Alice Mizzau e Alessia Polieri. E’ stato esordio anche per gli atleti del GS Forlì Nuoto – De Akker Team, con diversi risultati degni di nota e prestazioni di valore. 

Pronti via e Gaia Bravaccini nei 50 dorso stabilisce il nuovo primato personale in 29”58 che le vale il tempo limite per i Criteria Nazionali Giovanili di marzo (cat. Cadette). Anche Beatrice Siboni stabilisce i propri personali nei 50 dorso (28”51) e 100 dorso (1’02”21), mentre la compagna di squadra Eleonora Babini deve ancora trovare la forma migliore (29"35). In questa parte di stagione, le due velociste forlivesi stanno seguendo una preparazione con elevati carichi di lavoro, che devono portarle in forma per i Campionati Italiani Assoluti Invernali a dicembre.

Al valore di queste tre atlete, si aggiunge da subito anche il resto del gruppo. Ottime prestazioni per Giorgia Lugnoli (4’57”79 400 MX), Nicolò Cenni (26"89 50 DO), Lorenzo Novaga (25"98 50 FA, 27"08 50 DO), Nicola Bandinelli (24"34 50 SL), Filippo Amati (2'15"67 200 FA), Marco Zocco Ramazzo (31"43 50 RA).

Quest’anno inoltre erano presenti alla rassegna riccionese anche gli esordienti A del GS. Luca Bravaccini vince l’oro nella finale dei 100SL e 100DO (1'01"01 SL e 1'07"52 DO), oro nei 100 rana anche per Arte Chiarucci (1'22"12), bronzo per Elia Ragazzini sempre nei 100 dorso (1'12"15) e piazzamenti in finale per Pietro Savelli (100SL e 100DO), Vittoria Santarelli (100DO), Eva Bresciani (100SL), Emma Aldini (100RA) e Martina Garavini (100FA).

Un ottimo inizio per il gruppo diretto da Alessandro Resch e allenato da Andrea Resch, con il nuovo inserimento in organico del terzo fratello Massimiliano, insieme a Martina Boncordi, nelle vesti di assistant coach, nonostante la mancanza nel medagliere del peso portato dalle prestazioni di Fabio Lombini che, reduce da 15 giorni di preparazione specifica al Centro Federale di Ostia per il progetto olimpico della staffetta 4x200SL, è stato tenuto a riposo per tutto il week-end.