Potenziato lo scalo merci di Villa Selva: da gennaio 18 treni settimanali verso mezza Europa

Martedì 28 Novembre 2017 - Forlì, Forlimpopoli
Lo scalo merci di Villa Selva, alla periferia di Forlì (foto d'archivio)

Terminata la prima fase dei lavori di ammodernamento: la struttura forlivese è attrezzata anche per la gestione dei convogli da 750 metri di lunghezza, rientrando a pieno titolo negli standard europei

E' ufficialmente terminata la prima fase dei lavori di potenziamento e ammodernamento allo scalo merci ferroviario di Villa Selva, all'estrema periferia forlivese. Dal prossimo mese di gennaio 2018 da Villa Selva partiranno 18 treni merci settimanali destinati verso mezza Europa, facendo di Forlì il primo scalo della dorsale adriatica ad essere attrezzato anche per la gestione dei convogli più lunghi, quelli da 750 metri di lunghezza, rientrando così a pieno titolo negli standard europei. 

Ne dà notizia il deputato forlivese del Pd, Marco Di Maio, che ha visitato l'infrastruttura. "Non ci si deve fermare qui - sostiene - e occorre lavorare per realizzare attorno a quest'area un vero e proprio polo della logistica capace anche di attrarre nuovi investimenti e aziende sul territorio. In quest'ottica sarà importante realizzare il nuovo collegamento Forlì-Cesena e il terzo lotto della tangenziale di Forlì per il quali abbiamo già ottenuto la certezza di finanziamenti che - conclude Di Maio - consentiranno di far partire i cantieri nei prossimi mesi".