Sanità. Ospedale Bufalini di Cesena: appaltato l’intervento di ristrutturazione del Pronto Soccorso

Sabato 16 Giugno 2018
Rendering del nuovo pronto soccorso

Si scaldano i motori per la ristrutturazione del Pronto Soccorso dell’ospedale Bufalini: l’appalto è già stato affidato e si è aperto il periodo (della durata di poco più di un mese) previsto dalla normativa per la presentazione di eventuali ricorsi; salvo imprevisti i lavori potrebbero iniziare entro luglio per entrare a pieno regime da settembre. L’intervento, per un importo di circa 2 milioni e 350mila euro ha come principale obiettivo di migliorare la sistemazione dei pazienti che attendono di essere curati. 

 

 

Infatti, il progetto prevede di realizzare, accanto al padiglione esistente una nuova ala, di circa 300 metri quadrati, completamente destinata all’attesa dei pazienti. Una volta completata la costruzione del nuovo edificio, si passerà a ristrutturare anche la ‘vecchia’ area d’attesa e la zona dedicata all’osservazione intensiva breve. Al momento la durata prevista per i lavori è di due anni, ma l’Ausl Romagna si sta già muovendo per verificare, insieme alla ditta appaltatrice, la possibilità di accorciare i tempi. Il maggiore spazio messo a disposizione con la costruzione della nuova ala, consentirà di modulare diversamente l’organizzazione delle aree d’attesa, prevedendo zone diverse in base alla gravità delle condizioni dei pazienti (con locali dedicati ai codici bianchi, altri ai codici verdi, ecc.), un’area di monitoraggio a intensità maggiore per i pazienti in attesa classificati come ‘codice giallo’, uno spazio per i pazienti già visti. Nel frattempo procede anche l’opera di miglioramento strutturale e di potenziamento impiantistico dell’intera struttura del Bufalini, con interventi mirati, in particolare, a superare le criticità legate all’accoglienza ad adeguare l’ospedale alle normative antincendio. Complessivamente questo pacchetto di interventi ammonta a oltre 4 milioni e mezzo di euro.

 

“Questo corposo piano di opere – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessora ai Servizi per le persone Simona Benedetti – è la migliore conferma dell’impegno a far sì che il Bufalini continui a funzionare al meglio, fino all’ultimo giorno e dimostra l’infondatezza dei timori circa un progressivo disinteresse dell’Ausl Romagna nei confronti dell’attuale struttura ospedaliera, dopo l’avvio del percorso per il nuovo ospedale di Cesena. Al contrario, come ha dimostrato il bilancio approvato nei giorni scorsi dalla Conferenza dei Sindaci romagnoli, non solo è ormai nella sua fase avanzata di progettazione il nuovo Bufalini (con un investimento di 156 milioni, 100 dei quali in arrivo dalla Regione, che li ha deliberati lo scorso 22 gennaio 2018, gli altri a carico della Ausl Romagna), ma continuano anche le scelte di investimento dell’Ausl Romagna sulle strutture, e in particolare proprio sull’ambito di Cesena, per ammodernare sia dal punto di vista tecnologico che normativo tutta l’attuale conformazione dei presidi ospedalieri dell’azienda”.