Secondo lui. L'amore ai tempi del Valzer: a GiovinBacco l'evento speciale di Giorgio Comaschi

Sabato 28 Ottobre 2017

La storia di Secondo Casadei in Piazzetta dell'Unità d'Italia - E poi "Romagna e Sangiovese", l'inno di GiovinBacco - IL VIDEO DI ROMAGNA MIA

Nella foto Giorgio Comaschi

Secondo lui. L'amore ai tempi del Valzer è la storia di Secondo Casadei rigorosamente in 3/4. La storia del grande ideatore della musica folk romagnola, della musica da ballo, autore di “Romagna mia” raccontata in uno spettacolo teatrale. Giorgio Comaschi, con la collaborazione di Giuliano Paco Ciabatta (con lui sul palco come maestro-assistente tecnico e musicale) ripercorre la vita del musicista che ha fatto ballare tutta la Romagna e non solo. Lo spettacolo è proposto - evento speciale - a GiovinBacco 2017, nel pomeriggio di oggi sabato 28 ottobre, alle ore 18.30 in Piazzetta dell'Unità d'Italia a fianco di Piazza del Popolo a Ravenna.

È un racconto dalle danze nelle aie e per le feste contadine all’orchestra spettacolo che ha spopolato per due generazioni. Il fascino del corteggiamento, del ballo, delle atmosfere delle prime balere improvvisate, dalle sfide dei clarini alle grandi innovazioni inserite come la batteria, il sax, la cantante e le divise degli orchestrali. Per arrivare all'affermazione del genere liscio di Raoul, nipote di Secondo, che ha raccolto la "bacchetta" dello zio per poi passarla al figlio Mirko nei nostri giorni. Ne nasce uno spaccato di un mondo fantastico, un mondo perduto nella Romagna a cavallo della guerra, fino alla creazione di una canzone che ha venduto più di 5 milioni di dischi nel mondo e che è diventato un inno, al pari di Volare e O sole mio.

Lo spettacolo debutta in anteprima oggi 28 ottobre in occasione del GiovinBacco di Ravenna, è prodotto dalle Edizioni Musicali Casadei Sonora. 

 

GIORGIO COMASCHI

Descrivere Giorgio Comaschi è difficile; bolognese, giornalista per Stadio, Corriere dello Sport e Repubblica; show man e comico per diletto. Ha ideato ed interpretato diversi spettacoli teatrali “I sogni son desideri”, “L’omino dei lupini“, “Calciobalilla“, “Buonanotte signorina Esposito“,“Fagiolino e Biavati caduti dalle nuvole“, “Stump”, “Delitto a teatro”, “Riunione di consiglio”, “Commendator Paradiso”, “Fra la va Emilia e il West” e adesso "Secondo lui, l'Amore ai tempi del Valzer". Conduttore e inviato televisivo: "Galagoal" su Telemontecarlo, “Quelli che il calcio”, “Taxi” di Lucio Dalla ,“Quelli che la radio“ Radio 2, “Carramba che sorpresa!” con Raffaella Carrà su Rai 1, “La Zingara in viaggio” su Rai 1, “Lo Zecchino d’Oro”, “La Banda dello Zecchino”, “I fatti vostri”, “Velisti per caso”con Patrizio Roversi e Susy Blady. Ha pubblicato sei libri. Insieme ad Antonio Albanese ha diretto dal 2005 al 2008 una scuola teatrale, “Teatro lab Bologna”. Potete leggerlo tutti i sabato sul resto del Carlino con le sue Mosche oppure nel suo sito internet "L'Eco di Comaschi". Ironico, dissacrante e divertente. 

 

ROMAGNA E SANGIOVESE, LA SIGLA-INNO DI GIOVINBACCO

Per la sigla del GiovinBacco 2017 è stata scelta la canzone giusta e l'artista DOC. Il binomio è strepitoso: la canzone è "Romagna e Sangiovese" e lei è Mascia Foschi; attrice romagnola con un background musicale di grande spessore. Dal teatro di Milano Filodrammatici con lo spettacolo “Tango Mujer “ con Alessandro Nidi e la musica di Piazzolla alle canzoni d'amore di "Bolero" insieme al baritono Michele Pertusi con l'orchestra Arturo Toscanini di Parma. Carlo Lucarelli scrive per lei uno spettacolo su Luigi Tenco intepretato insieme ad Adolfo Margiotta con un libro CD pubblicato da Fandango. Mascia racconta l'omaggio alla sua terra: "Le sere d’estate a ballare i valzer con papà nelle feste paesane, il suono della fisarmonica, la gioia e il canto sono ricordi d’infanzia ben impressi nella mia memoria, sono le radici profonde che mi legano alla mia Romagna che porto sempre con me. Questo è un piccolo omaggio alla mia terra, augurandomi di poter restituire un po’ di felicità a chi ha ancora voglia di ballare." La Romagna e Sangiovese di Mascia è tutta da ballare mentre si fa un trenino a ritmo di samba e si brinda con i calici a tempo di valzer. Il brano è stato arrangiato e prodotto da Roberto Costa e Giuliano Ciabatta per le Edizioni Musicali Casadei Sonora. 

 

CHRISTIAN RAVAGLIOLI E LA SUA FISARMONICA

Anche Christian Ravaglioli è oggi al GiovinBacco in Piazza dell'Unità d'Italia dalle ore 18.30 per raccontare con la sua fisarmonica la Romagna di Secondo Casadei e la tradizione popolare con il suo nuovo album "Il respiro della mia gente - Tutto è Romagna mia".

 

IL VIDEO ROMAGNA MIA

In soli due mesi Romagna mia (il video che vi proponiamo) ha ricevuto oltre 10.000 click e presto la versione originale della versione incisa nel 1954 da Secondo Casadei farà il giro dell'Europa grazie alle attività di promozione della Regione Emilia-Romagna.