Sindaci Unione Rubicone e Mare: vaccinazioni obbligatorie per l'iscrizione a scuola

Venerdì 1 Settembre 2017 - Borghi

"Come pubblici ufficiali è nostro dovere dare applicazione ad una disposizione di legge" si legge nella nota stampa inviata

“In questi giorni numerose famiglie, - si legge nella nota stampa inviata dai 9 Sindaci dell’Unione Rubicone e Mare - con l’approssimarsi dell’inizio dell’anno scolastico e a seguito dell’applicazione della legge n. 119 del 31.07.2017, ci hanno interrogato e ci stanno interrogando, in qualità di rappresentanti delle pubbliche istituzioni, in materia di obbligo vaccinale”. 

 

“Come abbiamo già avuto modo di riferire nei vari incontri che si sono svolti, - continua la nota stampa - come pubblici ufficiali è nostro dovere dare applicazione ad una disposizione di legge che, condivisa o meno nei suoi contenuti dai cittadini, prevede adempimenti e comportamenti ai quali nello svolgimento del nostro ufficio di Sindaci abbiamo l’obbligo di dare corso. Siamo di fronte ad argomenti delicati e a situazioni che coinvolgono valori, diritti ed interessi di fondamentale importanza per il singolo e per la comunità; per questo auspichiamo un dialogo civile e un confronto sereno – come peraltro è avvenuto finora – per la ricerca delle migliori soluzioni possibili, da individuare comunque nel quadro normativo del nostro ordinamento giuridico”.

 

“Dal canto nostro – concludono i Sindaci dell’Unione Rubicone e Mare - questa disponibilità al dialogo non la faremo mai venire meno, convinti che dovranno essere approfonditi gli aspetti legati ai bambini che non frequenteranno il nido e la scuola dell’infanzia in quanto non in regola con la legge citata. In questo quadro, i principi di promozione della salute rappresentano per le istituzioni un punto cardine – non modificabile da scelte in contrasto con le norme in vigore – di attenzione al benessere delle nostre comunità, soprattutto delle comunità di bambine e bambini, che rappresentano il nostro futuro e di cui abbiamo la piena responsabilità”.